RIABILITAZIONE URO GENITALE

La riabilitazione si occupa anche dell’incontinenza uro-ginecologica, comunemente detta Incontinenza Urinaria, che affligge molte donne, soprattutto dopo la gravidanza. In effetti il trattamento prevede l’applicazione di alcune tecniche ed esercizi di kinesiterapia, i più funzionali e più usati sono gli esercizi di Kegel, ideati appositamente per rinforzare i muscoli del pavimento pelvico, quelli che servono a sostenere utero, uretra, vescica, retto e intestino tenue. Questo tipo di trattamento è utile sia agli uomini che alle donne e se è usato in modo costante apporta benefici anche alla sfera sessuale. I fattori principali che portano ad un rilassamento eccessivo della muscolatura pelvica sono: il post-gravidanza, l’obesità, la menopausa,  i periodi prolungati da stress o traumi fisici, etc. Per far si che gli esercizi Kegel diano un buon risultato è importante eseguirli con continuità e quotidianamente; in genere i risultati si cominciano a vedere dopo circa un mese dall’inizio del trattamento. Gli esercizi consistono in una contrazione dei muscoli del pavimento pelvico per 3/5 secondi, seguita poi da un rilassamento per 10 secondi, per riprendere poi con una nuova contrazione; l’esercizio va ripetuto per 8/10 volte di seguito, per 3 volte al giorno. Col passare del tempo si aumenterà il tempo di contrazione fino ad arrivare a 10 secondi alla volta, ma non di più, infatti superare i 10 secondi di contrazione o ripeterli con troppa frequenza potrebbe far peggiorare l'incontinenza. Una variazione a questi esercizi è il cosiddetto "pull-in", in effetti stringendo i glutei si portano le gambe verso l'alto e poi verso il busto, contraendo sempre la muscolatura pelvica per un massimo di 10 secondi. Spesso in alcuni casi è necessario associare agli esercizi attivi anche trattamenti con apparecchiature per elettrostimolazione (cioè in modo passivo), per stimolare il complesso neuromuscolare del perineo in modo da rafforzarlo e migliorarne il controllo.