ULTRASUONI

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche ad alta frequenza non percepibili dall'orecchio umano, in riabilitazione sono ottenuti in modo artificiale, sfruttando la proprietà di alcuni cristalli minerali, sottoposti all'azione di un campo elettrico di corrente alternata, che con il dilatarsi e il comprimersi emettono le vibrazioni. Da queste vibrazioni, urto e frizione delle strutture cellulari e intracellulari viene generato del calore, infatti oltre che un effetto meccanico gli ultrasuoni esercitano anche un conseguente effetto termico; l'irradiazione ultrasonica genera, quindi, un micromassaggio di notevole intensità agendo in profondità nei tessuti. Gli effetti terapeutici della terapia con ultrasuoni sono di effetto antalgico, rilassamento dei muscoli contratti, azione fibrotica ed effetto trofico; in effetti il passaggio degli ultrasuoni attraverso i tessuti che contengono collagene, come tendini e legamenti, ne provoca la vibrazione. Questa vibrazione successivamente produce nei tessuti un lieve riscaldamento, il quale favorisce l’aumento della flessibilità dei tendini, dei legamenti e dei tessuti cicatriziali, nello stesso tempo riduce anche lo spasmo muscolare e il dolore. La terapia con ultrasuoni viene utilizzata in ambito riabilitativo per curare un gran numero di patologie che colpiscono il tessuto muscolare e tendineo, tipo: morbo di Dupuytren, epicondilite, spina calcaneare, tunnel carpale, sciatalgia e nevriti in genere, periartriti scapolo-omerali, borsiti, tessuti fibrosi e cicatriziali; invece è controindicata in presenza di neoplasie, in vicinanza dell'area cardiaca e di organi sessuali, osteoporosi e flebiti in fase acuta. Gli ultrasuoni hanno una capacità d'azione che è massima nei tessuti che si trovano tra 2 e 5 cm sotto la cute e decresce man mano che si va più in profondità; ogni seduta dura 10/15 minuti, durante i quali l'applicatore viene tenuto a contatto con la cute e un gel apposito. Gli ultrasuoni per comodità e funzionalità vengono usati in immersione, cioè la testina viene immersa in una bacinella con acqua tiepida, insieme alla zona da trattare, ad esempio: mano, polso, gomito, piede, caviglia. In alcuni casi alle sedute con ultrasuoni si associano anche trattamenti con altre apparecchiature elettromedicali come: Tecar, Laser, Magneto, Crioterapia, Radar, Scenar, Taping e alcune tecniche fisiche come Massaggio e Stretching.