LASER/YAG AD ALTA POTENZA

La Fisioterapia con i trattamenti terapeutici si occupa anche della cura e della riabilitazione dei pazienti affetti da patologie o problematiche acquisite da traumi in ambito muscolo-scheletrico; i trattamenti includono l’uso di svariate apparecchiature elettromedicali, ma purtroppo molte di queste in fase acuta non possono essere utilizzate, quindi spesso si può iniziare il trattamento solo dopo alcuni giorni. Quindi queste condizioni costringono il pz. ad un allungamento della sua degenza e alla successiva guarigione. Il Laser/YAG è uno dei pochi elettromedicali che può essere usato già da subito, cioè anche in fase acuta, evitando un grande uso di farmaci e diminuendo la tempistica di recupero, assicurando un trattamento indolore e non invasivo, ma soprattutto un recupero totale delle proprie funzionalità, non a caso è molto usato con gli sportivi. La laserterapia YAG (laser ad alto potenza), a differenza della laserterapia IR (laser a Infrarossi), sfrutta le particolari caratteristiche fisiche della luce laser con lunghezza d'onda di 1064 nm.; questa è indicata per tutte le patologie muscolo-tendinee e articolari, anche quelle profonde, come: borsiti, sinoviti, capsuliti, tendiniti, tenosinoviti, edemi, distorsioni, condropatie, ernie, etc. Questo tipo di Laser trasferisce energia ai tessuti sofferenti ripristinando, attraverso l'effetto fotochimico, l'equilibrio energetico compromesso e inoltre esercita, attraverso l’effetto fotomeccanico sul microcircolo, una sorta di ginnastica vascolare, inducendo l’edema al rapido riassorbimento, con un rapido e duraturo effetto antinfiammatorio e antalgico già dalla prima applicazione. Il laser YAG penetra al di sotto dell’epidermide ad una profondità massima di circa 5/6 cm., senza intaccare gli organi interni e senza creare un forte effetto termico superficiale, cioè senza calore e/o bruciore, grazie ad una particolarità unica e tipica denominata “emissione super-pulsata”. In alcuni casi al laser YAG si associano anche trattamenti con altre apparecchiature elettromedicali come: Tecar, Ipertermia, Magneto, Crioterapia, Ultrasuoni, Radar, Scenar, Ionoforesi, Tens, Diadinamiche, etc.